E’ stata la strada dei pionieri, poi con il tempo è stata sostituita dalle moderne autostrade ed infine quasi cancellata dalle carte. Oggi la si percorre solo per i suoi paesaggi che rappresentano un vero e proprio tuffo nel passato. La Route 66 unisce le rive del lago Michigan e l’oceano Pacifico, da Chicago a Santa Monica dopo aver percorso 4000 km, attraversato 3 diversi fusi orari e 8 Stati. Descritta da Steinbeck, cantata da Nat King Cole la “Route 66” è uno dei simboli del viaggiare in libertà. Nonostante sia ora affiancata da una più moderna highway, la Strada Madre rimane sempre una delle maggiori attrattive per chi vuole visitare alcuni degli Stati più significativi degli Stati Uniti Centrali.